Cefla realizzerà il nuovo Data Center di CINECA

Il tecnopolo di Bologna ospiterà “Leonardo”, il supercalcolatore da 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo.

BOLOGNA, 22 Febbraio 2021. Il “supercalcolatore Europeo Leonardo”, in grado di sviluppare una potenza di calcolo fino a 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo e con una capacità di archiviazione di oltre 100 petabyte (vale a dire oltre 104 milioni gigabyte), sarà ospitato all’interno della struttura dell’Ex Manifattura Tabacchi, nelle vicinanze del quartiere fieristico di Bologna. Nell’altra sala dello stesso edificio troverà posto un altro CED, anch’esso da 10MW al servizio di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare).

Cefla ha vinto la gara, del valore di oltre 45 milioni di euro, per la progettazione e la realizzazione delle opere di adattamento dei capannoni noti come “Botti”, indetta dal Consorzio Interuniversitario CINECA. Il supercalcolatore, finanziato da EuroHPC JU e Ministero dell’Università e della Ricerca, sarà a disposizione dei ricercatori italiani ed europei.

“Siamo entusiasti di essere stati scelti per la realizzazione di questo importante progetto” Afferma Massimo Milani, Managing Director della BU Engineering di Cefla “Rappresenta per noi una grande conferma all’impegno e alla cura che ogni giorno mettiamo nella realizzazione delle opere che ci vengono affidate. In questo viaggio collaboreranno al nostro fianco partner di massimo rilievo e siamo certi che quest’opera contribuirà ulteriormente ad incrementare la nostra affidabilità nel campo della realizzazione di strutture ad altissimo valore tecnologico, come i Data Center”.

In questo contesto, Cefla si pone a capo di un’ATI dove il Gruppo edile vicentino ICM S.p.A. si occuperà delle strutture ed un gruppo di progettisti con a capo DBA Pro S.p.A., seguirà la progettazione esecutiva fino all’as build. L’impianto richiede un livello TIER 4 Data Center, così da essere totalmente tollerante ai guasti (fault tolerant). Tale sistema offre percorsi di distribuzione dell’energia indipendenti e multipli, permettendo così la manutenzione ed un eventuale ulteriore guasto simultaneo, senza generare interruzioni nel flusso di lavoro. Questo garantisce un’operatività pari al 99,995%, consentendo manutenzioni pianificate e una totale protezione contro gli eventi fisici.

Approfondimento – Il calcolatore HPC Leonardo

Nell’area predisposta da Cineca, in parte sottoposta a vincolo artistico poiché costruita negli anni ‘40 su progetto dell’ingegner Pier Luigi Nervi, verrà installato un super computer HPC (High Performance Computing) fra i più potenti al mondo.

Frutto della collaborazione fra la francese Atos e l’americana Nvidia, il calcolatore, a regime, farà parte della rete europea ad alte prestazioni EuroHPC e avrà una potenza di calcolo 10 volte superiore all’attuale sistema Marconi100, presente anch’esso in Cineca, che è fra i computer più potenti al mondo. La rete EuroHPC si pone il duplice obiettivo di sviluppare un’infrastruttura paneuropea di super calcolo pre-exascale (con il calcolo exascale si raggiungono i 10^18 flops, l’unità di misura con cui si misura la prestazione di un computer nei calcoli a virgola mobile; con il sistema EuroHPC si raggiungono, aggregati, 250 petaflops, ndr), e di sostenere le attività di ricerca e innovazione.

NUOVA ACQUISIZIONE PER CEFLA IN GERMANIA

Perseguendo l’obiettivo di internazionalizzazione, Cefla acquisisce il 90% delle quote della Società Tedesca Plant Engineering GmbH, con sede a Leutesdorf e con un fatturato annuo stimato di circa 2,5 milioni.

Bologna, 14/01/2021. La Business Line Energy di Cefla Engineering, Leader in Italia nella realizzazione di centrali di cogenerazione per la produzione di energia elettrica e calore, entra nel mercato tedesco acquisendo Plant Engineering GmbH, Società di ingegneria di riconosciuto know-how nel settore.

Cefla prosegue nella sua strategia di internazionalizzazione e, dopo circa due anni di attività in Germania con la realizzazione dell’importante centrale di cogenerazione di Cottbus, consolida la propria posizione in un mercato ricco di significative opportunità nel settore “Green energy” e che sostituirà il classico modello delle centrali a carbone.

Plant Engineering GmbH, è attiva da circa 15 anni nei settori delle centrali elettriche di cogenerazione e delle centrali a biomassa nonché nei servizi di ingegneria per l’impiantistica nel settore energia con una consolidata esperienza riconosciuta dai principali players tedeschi.
L’acquisizione del 90 % di Plant Engineering permette oggi a Cefla di qualificarsi come un operatore in grado di proporsi come partner EPC e general contractor nel settore energetico tedesco.

“Siamo molto felici ed orgogliosi di questa acquisizione” afferma Massimo Pinoli, Development Manager di Cefla Engineering “è parte del nostro piano strategico di internazionalizzazione e rappresenta per noi un punto di eccellenza sul quale puntare per sviluppare soluzioni innovative per la transizione energetica in atto” 

La cogenerazione è una scelta strategica, sostenibile ed efficiente.

Sei interessato a valutare un’analisi di fattibilità per una soluzione che potrebbe rivelarsi davvero competitiva per la tua azienda?

Vieni a scoprire le nostre proposte ad Ecomondo “The Green Technologies Expo” a Rimini, da oggi fino a venerdì 8 novembre – stand 024 – padiglione B5D5.

Avrai l’occasione di incontrare i nostri specialist per avere una consulenza personalizzata, in tempo reale. Durante Ecomondo, ci saranno diverse occasioni di approfondimento sui temi della cogenerazione, trigenerazione e parleremo anche di “Centrali per il Capacity Market” al convegno promosso da Italcogen ANIMA (Pad. B5 stand 155), per raccontarvi la storia di un percorso che inizia con la progettazione della Centrale di Cogenerazione di ACEA Tor di Valle a Roma e come grazie a questa esperienza abbiamo iniziato a sviluppare soluzioni di impianti modulari standard per centrali da oltre 20MW. Grazie a questa expertise che abbiamo maturato nel tempo, abbiamo acquisito oggi un importante impianto in Germania, a Cottbus, per la realizzazione di una centrale cogenerativa da 50MW.

Venite a trovarci anche al nostro stand 024 Pad. B5D5, per scoprire tutte le nostre soluzioni di cogenerazione e trigenerazione, che noi modelliamo sulle vostre esigenze, per una scelta strategica e sostenibile.

General Contractor per YogiTea

Posa della prima pietra oggi per il nuovo stabilimento produttivo di Teapak, del gruppo Yogi Tea.

Noi di Cefla stiamo gestendo l’intero progetto in veste di general contractor: dall’edificazione degli stabilimenti alla progettazione e installazione di impianti di ultima generazione. Lo stabilimento, di circa 12.000 metri quadrati, sorgerà nella zona industriale di Imola, a fianco del nostro headquarter.

Teapak è la sede europea per la miscelazione, l’imbustamento e l’impacchettamento delle tisane prodotte a marchio Yogi Tea Ecco il nostro board assieme ad Andrea Costa, managing director di Teapak.

Cefla firma gli impianti di F.I.CO.

Portano la firma di Cefla gli impianti di F.I.CO. (Fabbrica italiana contadina), il più grande parco dedicato alla filiera dell’agroalimentare che ha aperto i battenti, a Bologna, il 15 novembre 2017. Cefla ha progettato e realizzato “chiavi in mano” gli impianti meccanici di climatizzazione, idrico-sanitario e delle acque tecniche ad uso industriale; quelli elettrici generali per la forza motrice e l’illuminazione; e quelli speciali per la sicurezza. A Cefla Impianti è stato anche affidato il servizio di manutenzione della struttura, che punta a ospitare sei milioni di visitatori l’anno. Gli impianti generano una potenza elettrica di 6.000 kWe, una termica di 6.000 kWt e una di raffrescamento di 6.000 kWf. I lavori, iniziati nella primavera 2015, si sono conclusi a fine ottobre 2017, nei tempi previsti dalla serrata tabella di marcia.

Cefla partecipa al convegno “Migliorare l’efficienza energetica: il supporto dei meccanismi incentivanti”

Il 13 luglio, presso lo Spazio Attivo Roma Casilina, Cefla Impianti  interverrà durante lo Small Talk “Migliorare l’efficienza energetica: il supporto dei meccanismi incentivanti”.

Questo incontro sarà l’occasione per presentare una panoramica dei principali strumenti incentivanti che l’Unione Europea mette a disposizione degli utenti finali per agevolare l’incremento dell’efficienza energetica e ridurre i costi.

Scarica il programma

Cefla per Conserve Italia: un nuovo impianto di cogenerazione

Lo stabilimento di Conserve Italia a Massa Lombarda, nel ravennate, ha un nuovo impianto di cogenerazione elettrica progettato e realizzato da Cefla Impianti nel tempo record di cinque mesi, compresi gli allacciamenti agli impianti di stabilimento già esistenti.

L’azienda, nota a livello internazionale grazie a marchi storici come Yoga, Cirio e Valfrutta, potrà ora fare affidamento su un impianto in grado di fornire l’80% del fabbisogno elettrico dello stabilimento consentendo, grazie al cogeneratore, una riduzione di anidride carbonica emessa nell’ambiente, pari a 1.211 tonnellate all’anno, vale a dire a circa 515 Tep (tonnellate equivalenti di petrolio). Il rendimento globale atteso del sistema di cogenerazione è di circa il 70%.

L’impianto sviluppato da Cefla, che in virtù di un contratto di service pluriennale si occuperà di mantenerlo nelle migliori condizioni di affidabilità e di performance, è costituito da un gruppo di cogenerazione con potenza pari a 2,0 MWe, generati da un motore alternativo (ciclo Otto) alimentato a gas naturale e direttamente accoppiato a un generatore elettrico sincrono trifase. Il gruppo è stato fornito completo di tutti i dispositivi ausiliari necessari all’esercizio e di package per il contenimento, progettato appositamente per la dissipazione dell’energia radiante del motore e per l’abbattimento della rumorosità. Il recupero termico è reso possibile grazie al generatore di vapore alimentato dai fumi di scarico esausti del motore e grazie allo scambiatore sul circuito dell’acqua di raffreddamento del motore.

“Siamo particolarmente grati a Conserve Italia per averci scelto come partner per questa importante realizzazione – dice Roberto Cocchi, direttore di Cefla Impianti – “Una scelta che rafforza la nostra leadership nel settore dell’impiantistica rivolta alle aziende di riferimento del settore agroindustriale italiano di eccellenza”.

Cefla ha partecipato all’Oracle Cloud Day di Milano

Cefla Impianti ha partecipato, il 14 novembre scorso a Milano, all’Oracle Cloud Day, evento di riferimento per la digitalizzazione in azienda e per le nuove frontiere dell’Industria 4.0.

Durante la giornata, al MiCo Milano Congressi, si sono svolti diversi incontri e convegni, nei quali si è parlato della cruciale trasformazione in atto nelle organizzazioni che operano nei settori finanziario e della grande catena distributiva, con le relative modifiche operative ai flussi di lavoro per ottenere una maggiore efficienza nelle transazioni.

In questo ambito Alessio Monni, Gestione Commesse di Cefla, ha illustrato il caso di Elettrica Roma Nord, società consortile che opera nel settore Utilities, partecipata al 51% da Cefla.
Elettrica Roma Nord ha implementato un sistema Oracle Erp Cloud per la gestione dei processi Finance, Ciclo Passivo, magazzino, report delle commesse, contabilità analitica e monitoraggio gestionale degli ordini di lavoro.

 

Il progetto è diventato operativo in 3 mesi, con l’inclusione di una serie di servizi correlati come la ricezione di beni in magazzino, la registrazione delle fatture a fronte di beni e servizi ricevuti e la gestione dei certificati di pagamento. E’ stata sviluppata un’applicazione “su misura” mediante un’estensione della soluzione Oracle Cloud, per la gestione degli ordini di lavoro ai fini del controllo di gestione e, infine, è stata realizzata una piattaforma di reportistica di commessa mediante l’Oracle Business Intelligence Cloud Service.

Cefla Engineering a Cibus Tec per presentare la trigenerazione

L’energia recuperata può garantire refrigerazioni a -40°C, una soluzione ideale per molte industrie alimentari, a cominciare dai settori ortofrutticoli e della trasformazione delle carni.

IMOLA. I sistemi di cogenerazione e di trigenerazione di Cefla Impianti erano rappresentati alla 51esima edizione di Cibus Tec, una delle principali fiere per l’innovazione tecnologica nel settore agroalimentare, che si è svolta a Parma dal 25 al 28 ottobre 2016. Due le tecnologie che la business unit di Cefla, leader nel settore degli impianti industriali e civili, ha presentato all’evento e che vengono realizzate per una migliore resa in chiave energetica, al fine di ridurre i costi e l’impatto sull’ambiente. Con un impianto di trigenerazione, in particolare, oltre alla produzione di energia elettrica è possibile recuperare parte dell’energia termica prodotta nella trasformazione termodinamica per ottenere una refrigerazione che si può spingere fino a -40°C. Una novità che si rende utile, in particolare, in tutte le applicazioni alimentari in cui è prevista la conservazione sottozero di alimenti, o di prodotti a uso alimentare, come ad esempio le carni fresche, che prevedono lo stoccaggio a temperature controllate.
“E’ una tecnologia, quella della trigenerazione, che stiamo sviluppando per alcuni nostri clienti – ha raccontato Stefano Cocchi, area manager di Cefla Impianti -, e che era poco conosciuta e sviluppata in questo settore di mercato, dove vediamo interessanti prospettive. Si tratta di un mercato in cui abbiamo importanti referenze, a cominciare dalla realizzazione di un impianto per un’azienda americana che opera nel campo del trattamento delle verdure”.

Cefla Impianti a Tecnargilla 2016

Foto Tecnargilla 2016Tecnargilla, che ha aperto le porte a Rimini lunedì 26 settembre, fino a venerdì 30, è la fiera più importante al mondo per l’industria ceramica e del laterizio.

Si tratta della venticinquesima edizione ed è un momento importante per questo salone internazionale organizzato da Rimini Fiera, in collaborazione con Acimac (Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica), dove vengono presentate le tecnologie per la ceramica ed il laterizio.

Gli espositori quest’anno sono oltre 500, su un’area di 80.000 mq (in crescita del 7% rispetto all’edizione 2014 – la fiera è biennale), ed hanno messo in vetrina il meglio dell’innovazione tecnologica attualmente sul mercato. Di questi, oltre il 40% sono stranieri, provenienti da circa 25 nazioni, tra le più rappresentate Cina, Spagna, Germania, Turchia e Portogallo.

Anche Cefla è presente presso il Padiglione B1, stand 199 per parlare di cogenerazione in ambito ceramico, proponendo e studiando le soluzioni migliori assieme ai clienti.

Venite a trovarci!

Salva

Salva