CASE HISTORY


PROGETTO DI DECARBONIZZAZIONE

Angelini Pharma

APPROCCIO ALLA DECARBONIZZAZIONE E ALL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

Il passaggio dai combustibili fossili a fonti energetiche rinnovabili e prive di carbonio rappresenta un tassello imprescindibile delle normative europee sul clima e un passo obbligato verso la neutralità climatica posta come obiettivo dell’UE entro il 2050.

Guardando al futuro, si prospettano per diversi settori industriali molteplici opportunità strettamente legate alla transizione energetica. Infatti, le fonti rinnovabili, insieme alla tematica dell’efficienza energetica, costituiscono il pilastro principale di una soluzione climatica praticabile.

Il contesto

Vediamo un caso che ci coinvolge e che ci consente di illustrare l’ampiezza delle nostre soluzioni in questo ambito.

Parliamo di Angelini Industries, gruppo fondato ad Ancona nel 1919 da Francesco Angelini, oggi attivo nei settori della salute, della tecnologia industriale e del largo consumo.

La richiesta

Il sito marchigiano di Angelini Pharma può diventare net zero entro il 2035?

Una risposta semplice sarebbe impensabile, soprattutto quando lo studio di fattibilità deve analizzare un sito complesso come quello di Ancona.

Lo stabilimento si estende per un totale di 177.000 m2. Oltre 15.000 m2 sono dedicati alla produzione, 660 m2 alla produzione di prodotti farmaceutici sperimentali, 3.500 m2 ai laboratori, 5.000 m2 alle materie prime e allo stoccaggio degli imballaggi, 24.750 m2 all’immagazzinaggio per la distribuzione e 22.000 m2 a uffici e sistemi.

L’analisi

L’approccio adottato da Cefla è sempre strutturato partendo da un’approfondita analisi dello stato attuale. Subito si esegue il censimento dei dati energetici di stabilimento. Abbiamo dimestichezza con i parametri che identificano uno studio energetico e conosciamo bene i processi industriali.

In questo ci vengono in aiuto i nostri 90 anni di esperienza in progettazione, realizzazione e gestione di impianti tecnologici in ambito civile, industriale e nel settore dell’energia. Oltre alla risposta che daremo – ovvero “sì, è possibile” o “no, non lo è” – analizzeremo anche il contesto in maniera ingegneristica per accertarci anche, e non solo, della fattibilità realizzativa.

In ogni caso, questa è una fase che coinvolge attivamente il cliente in uno scambio di proposte e di informazioni, attraverso sopralluoghi e confronti; l’obiettivo è principalmente quello di esaminare con senso critico e realistico l’impatto energetico, impiantistico ed economico delle soluzioni studiate.

L’obiettivo del cliente è quello di azzerare il consumo di metano dello stabilimento.

Che sia questo l’obiettivo o quello di raggiungere un’efficienza energetica che permetta di ridurre i costi legati alla gestione o alla produzione, il percorso che farai assieme a Cefla porterà a raggiungere entrambi i traguardi: efficientare & decarbonizzare.

L’esito

Nel caso in questione, abbiamo risposto: sì. Net zero entro il 2035 per lo stabilimento ad Ancona è fattibile. Occorrono 3 step, ognuno dei quali con obiettivi definiti e risultati tangibili.

La differenza tra il nostro sì e quello fornito da un’analisi numerica risiede nella sicurezza che siamo in grado di trasmettere al cliente, perché le competenze della nostra squadra spaziano sia in ambiti energetici che impiantistici.

In breve, si tratta non solo di un’analisi teorica, ma di un’analisi di fattibilità realizzativa ed economica. Il valore aggiunto è nelle nostre mani, non solo nelle nostre idee.


Attualmente la fase di analisi volge al termine presso lo stabilimento di Ancona, e sulla base del riscontro fornito, il cliente ci ha commissionato l’analisi del secondo stabilimento in Italia, nel Lazio ad Aprilia. Siamo fiduciosi di poter contribuire a far sì che Angelini Pharma raggiunga il traguardo fissatosi entro il 2035.

IL METODO CEFLA

Chiusa la fase di elaborazione dei dati e modellazione dell’attuale impianto, attività che entra pienamente nel dettaglio delle tematiche energetiche, passiamo ai fatti.

Lo stato attuale dello stabilimento di Angelini Pharma risulta particolarmente complesso e ci consente di sfruttare la ricchezza della nostra offerta tecnologica. In base a tutti i dati raccolti, potremo selezionare il mix ottimale di tecnologie alternative.

Una parte importante delle attività svolte riguarda l’identificazione delle eventuali modifiche impiantistiche volte ad ottimizzare l’utilizzo dei vettori termici e/o l’implementazione delle tecnologie individuate.

Ogni step infine sarà esaminato con l’obiettivo di quantificare il risparmio economico e il ritorno sull’investimento. Questo permette al cliente di valutare attentamente l’impegno dal punto di vista economico e temporale. Ciò che caratterizza Cefla è ancor più evidente nella fase di implementazione. La nostra esperienza ci permette uno sguardo molto realistico e calato sul campo. Sappiamo cosa serve e cos’è fattibile, se c’è da modificare un impianto o un processo esistente. Le scelte che hanno fatto le aziende 30 anni fa non saranno sempre adeguate al contesto odierno, meno ancora se guardiamo al futuro.

Per questo motivo, terremo conto della necessità di raggiungere obiettivi attraverso scelte ponderate, decisioni da prendere assieme al cliente.

L’analisi

Inoltre, siamo un’azienda che si occupa da molti anni di Global Service, compresa la gestione di impianti produttivi tramite un approccio di ingegneria di manutenzione. Questo aggiunge un ulteriore livello di esperienza e competenza che sono fondamentali fin dalla fase di analisi.

Scopri le altre nostre case history